Nikolas Tchorbadieff

Da Anarcopedia.
Jump to navigation Jump to search
Nikolas Tchorbadieff

Nikolas Tchorbadieff (Plovdiv, Bulgaria, 1° marzo 1900 - Bulgaria, 6 luglio 1994) è stato un militante e propagandista anarchico bulgaro. Nato col nome Jossif Sintov, sarà sempre conosciuto con il nome Nikolas Tchorbadieff.

Biografia

Convinto dalle idee libertarie sin da ragazzo, partecipa alle attività del gruppo giovanile anarchico della sua scuola.

Prese parte nel 1919, alla creazione della F.A.C.B, Federazione Anarco-Comunista di Bulgaria, forse il gruppo anarchico più importante della storia dell'anarchismo bulgaro. Costretto alla clandestinità dopo il colpo di Stato del 1923, si rifugia a Parigi dove è tuttavia minacciato di espulsione, dal cui provvedimento si salva grazie all'intervento dell'avvocato Henri Torres opportunamente sollecitato dall'anarchico Samuel Schwartzbard. Prosegue la sua attività creando il "Gruppo bulgaro in Esilio" e partecipa, insieme tra gli altri a Sébastien Faure, alla creazione della “Libreria Internazionale” e della “Rivista Internazionale Anarchica”. Assunto come tipografo, aderisce alla CGT, collaborando anche con La Brochure mensuelle insieme ad Armand Bidault.

Nel 1936, in solidarietà alla rivoluzione spagnola, partecipa alla pubblicazione e stampa del bollettino Fratellanza, che è un vero e proprio organo informativo dei bulgari simpatizzanti con i rivoluzionari spagnoli riuniti nel “Comitato per la Spagna libera". Nel 1939, di fronte alla minaccia fascista, tenta di arruolarsi, ma è arrestato come “sospetto straniero” e internato al campo di Vernet. Liberato, parteciperà in seguito alle azioni della Resistenza. Alla Liberazione, riprende la sua militanza e fonda nel 1979, insieme ad altri compagni bulgari la rivista Iztok. Nel 1982, perde la sua compagna, Lea Kamener, militante del “Gruppo anarchico ebreo" « Der Fraier Gedank » (Pensiero Libero).

Nel 1993, un anno prima della sua morte, è stato pubblicato il suo libro intitolato Le cause che hanno creato il socialismo. E l'anarchismo d'oggi e di domani. Dopo la morte le sue ceneri sono state trasferite in d'Israele.

Voci correlate