Differenze tra le versioni di "Unicobas"

Da Anarcopedia.
Jump to navigation Jump to search
(Una versione intermedia di uno stesso utente non è mostrata)
Riga 24: Riga 24:
  
 
== Collegamenti esterni ==
 
== Collegamenti esterni ==
*Unicobas [http://www.unicobas.org/ Sito ufficiale]
+
*[http://www.unicobas.org/ Sito ufficiale Unicobas]
*Pagina facebook dell'Unicobas: [https://www.facebook.com/UnicobasScuolaUniversit/
+
*[https://www.facebook.com/UnicobasScuolaUniversit/ Pagina Facebook dell'Unicobas]
  
 
[[Categoria:Sindacalismo|Unicobas]]
 
[[Categoria:Sindacalismo|Unicobas]]
 
[[Categoria:Organizzazioni anarchiche]]
 
[[Categoria:Organizzazioni anarchiche]]
 
[[Categoria:Anarchismo in Italia]]
 
[[Categoria:Anarchismo in Italia]]

Versione delle 20:10, 14 feb 2020

Bandiera Unicobas, il sindacato di cui Stefano d'Errico è il segretario nazionale

La Confederazione Italiana di Base (CIB) UNIcobas è un sindacato di base italiano d'ispirazione libertaria. Insieme alla Federazione dei Comunisti Anarchici, Unicobas è stata membro attivo della Solidarietà Internazionale Libertaria. Attualmente fa parte della Federazione Europea del Sindacalismo Alternativo dell'Educazione.

Storia e principi

La Confederazione Italiana di Base (CIB) UNIcobas, della quale è parte l'AltrascuolA Unicobas, è un'importante organizzazione di ispirazione libertaria, presente in diverse categorie e su larga parte del territorio italiano, con iscritti in 40 province e ben 21 sedi aperte e operative. "Unicobas" è l'organo della Confederazione, giunto a fine 2019 all'ottantasettesimo numero.

Si fonda sull'autogestione dei lavoratori. In campo scolastico promuove il riconoscimento della libertà d'insegnamento dei docenti e della libertà di apprendimento degli studenti per un pieno riconoscimento della scuola come istituzione pubblica chiamata a promuovere i saperi, a partire da quelli critici, umanistici, scientifici. In questo settore ha guidato grandi lotte, come quella contro la valutazione e la differenziazione salariale dei docenti prevista a base di quiz, che portò in piazza 50.000 insegnanti in occasione di uno sciopero proclamato dal sindacalismo di base (che nella scuola è rappresentato quasi unicamente da Unicobas e Cobas), lotta che determinò le dimissioni del ministro della pubblica istruzione Berlinguer. Stesso dicasi per le lotte del 2008 contro la Gelmini e del 2015 contro la controriforma renziana.

Sin dalla sua nascita nel 1990, con il suo primo congresso del 1991, nonché con il Convegno Internazionale di Roma del 1998 - al quale, tra le altre organizzazioni europee, era presente la CNT francese - ha dato largo spazio e importanza alle tematiche internazionali, riconoscendo nel meccanismi della globalizzazione mercificatrice un elemento di grande pericolo per i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori europei e di tutto il mondo. L'Unicobas sostiene la necessità di giungere ad una forma stabile di coordinamento fra le realtà sindacali libertarie e di base a livello europeo, capace di produrre comuni scadenze di lotta, segnatamente per affermare il diritto di sciopero, i diritti sindacali e la titolarità del mondo del lavoro.

L'Unicobas sostiene che il coordinamento europeo fra i sindacati realmente di base, possa essere l'unico soggetto capace di contrastare la ristrutturazione liberista e di imporre forme di decisione e partecipazione diretta a carattere sindacale totalmente autonome dai partiti ed in grado di rappresentare un reale modello di cambiamento rispetto alla politica dominante.

La CIB Unicobas conta cinquemila iscritti, più della metà dei quali nel settore della scuola.

È presente anche in altre categorie: metalmeccanici, sanità, pubblica amministrazione, servizi. Particolarmente attiva nella difesa dei lavoratori precari, è tra i promotori della campagna nazionale per la regolarizzazione, nonché per il ripristino della scala mobile, un meccanismo automatico di riadeguamento retributivo al costo della vita.

Voci correlate

Collegamenti esterni