Congresso antimilitarista di Amsterdam (1904)

Da Anarcopedia.
Jump to navigation Jump to search
The printable version is no longer supported and may have rendering errors. Please update your browser bookmarks and please use the default browser print function instead.
Ferdinand Domela Nieuwenhuis, anarchico olandese, fu uno dei principali organizzatori del convegno

Il Congresso antimilitarista di Amsterdam, che si tenne nella città olandese dal 26 al 28 giugno 1904, segnò la nascita dell'Associazione Internazionale Antimilitarista (A.I.A.). Nel corso del congresso furono dibattute una serie di argomentazioni riguardanti la questione militarista e le maniere più consone per opporvisi.

Nuvola apps xmag.png Per approfondire, vedi Congresso di Amsterdam (1907).

Il congresso

Il convegno sancì la nascita dell'Associazione Internazionale Antimilitarista (A.I.A.), determinando una svolta antimilitarista che porterà all'abbandono delle posizioni pacifiste tolstoiane per dirigersi verso l'azione diretta. Nella circolare di convocazione redatta dal gruppo anarchico di Hilversum (Olanda), di cui l'elemento di maggior spicco era l'anarchico olandese Ferdinand Domela Nieuwenhuis, si leggono le loro motivazioni:

«Non basta debilitare il militarismo bisogna combatterlo, eliminarlo. Perciò si è convocato il Congresso Antimilitarista di Amsterdam.»

Durante i lavori fu estromessa dal comitato costitutivo la minoranza cristiana ed il congresso fece propria il motto «Né un uomo né un centesimo per il militarismo.»

L'evento, che alimentò discussioni anche al di fuori dell'ambito strettamente anarchico e rivoluzionario, portò individualisti come Libertad e Paraf-Javal, che avevano partecipato alla fondazione della Ligue antimilitariste (1902), a giudicare troppo timoroso l'appello alla diserzione dell'A.I.A. e preferirono non entrare a far parte della stessa. Questo portò in Francia alla formazione di diversi gruppuscoli che scelsero di portare avanti autonomamente la lotta al militarismo.

Il congresso ebbe una vasta eco anche in Italia, infatti da quel momento il movimento antimilitarista si strutturò in maniera più organizzata e diffusa sul territorio.

Voci correlate

Collegamenti esterni