Pepita Not

Da Anarcopedia.
Jump to navigation Jump to search
Pepita Not insieme al figlio Floreal

Josepa Not (Torregrossa, Spagna, 1900 - Barcellona, Spagna, 4 giugno 1938), meglio conosciuta come Pepita Not, è stata un'anarchica spagnola militante de Los Solidarios.[1]

Biografia

Nata nel 1900 a Torregrossa (Pla d'Urgell, Catalogna) in una famiglia di contadini di cui fanno parte anche due fratelli e tre sorelle, Josepa Not, rimane orfana di madre quando è ancora giovanissima. All'età di 11 anni, su imposizione paterna, inizia a lavorare a Balmes di Barcellona come donna di servizio di una vedova francese che peraltro la maltrattava malissimo.

Nel 1918, dopo aver conosciuto l'anarchico Ricardo Sanz García, che diverrà suo compagno di vita, inizia la militanza nel movimento anarchico facendosi conoscere col nome di Pepita Not. Negli anni '20 entra a far parte de "Los Solidarios" (Pepita non è l'unica donna militante del gruppo, di cui fanno parte anche le anarchiche Ramona Berni, María Rius e Maria Luisa Tejedor), un gruppo espropriatore e d'azione diretta nato tra il 1922 e il 1923 a Barcellona con l'obiettivo di difendere dalla violenza omicida dei pistoleros del Sindacate Libre gli anarchici e i sindacalisti.

Pepita Not si occupa di curare per il gruppo la corrispondenza, la gestione del denaro e delle armi. Durante la Repubblica spagnola partecipa a gruppi di sostegno in favore dei prigionieri insieme a Rosari Dulcet Martí e Llibertat Ródenas Domínguez.

Pepita Not muore il 4 giugno 1938 a Barcellona a causa di complicazioni durante il parto della figlia Violeta. [2]

Note

  1. Fonte: anarcoefemerides.balearweb.net
  2. Pepita e Sanz hanno avuto due figli, il primogenito Floreal e poi Violeta.