CSOA Cartella

Da Anarcopedia.
Jump to navigation Jump to search
Okupa.PNG
STUB3.png Questa voce è in corso di lavorazione e quindi è incompleta, se puoi migliorala adesso. Te ne sarà grata tutta la comunità di Anarcopedia.

Il CSOA "Angelina Cartella", è un centro sociale occupato autogestito, che ha sede in un parco abbandonato nel cuore del quartiere di Gallico Marina, alla periferia nord di Reggio Calabria. Il CSOA Cartella è stato occupato il 25 aprile 2002.

Attività

Il CSOA Cartella svolge funzioni culturale, come organizzazione di concerti, rappresentazioni teatrali, cineforum, organizzazione di corsi su svariate tematiche, e una funzione politica. Gli aderenti al centro si impegnano soprattutto in opposizione alla costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina organizzando il "Campeggio internazionale contro il Ponte". Questione di fondamentale importanza che ha riscosso una fortissima adesione sempre crescente. Le adesioni al campeggio ed alle manifestazioni sono infatti cresciute moltissimo con la partecipazione del WWF, la Fiom locale, i Cobas, e ben 37 comuni dell'Aspromonte che hanno firmato un documento contro il ponte.

Un'altra attività di rilevanza al csoa Cartella è portata avanti dagli stessi militanti attraverso un G.A.S. (gruppo acquisto solidale) il quale, a cadenza periodica, mette in essere "la fiera della decrescita" cioè un mercatino che offre prodotti biologici, riciclati e alternativi, prodotti da canali non industriali, svolgendo così una funzione politico-sociale nel rispetto della logica di autegestione e di "altra economia".

Nella notte tra il 14 e 15 maggio 2012 un attentato incendiario ha devastato e reso praticamente inagibile il centro sociale reggino. Non è la prima volta che il "Cartella" è stato vittima di intimidazioni neo-fasciste e mafiose, infatti la campagna “Io sto col Cartella” era stata improntata proprio alla denuncia di quanto stava accadendo nella città calabra.

Voci correlate

Collegamenti esterni