Differenze tra le versioni di "Georges Fontenis"

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
m (Sostituzione testo - "à " con "à ")
Riga 14: Riga 14:


===Il comunismo libertario: dalla FA all'OPB e FCL===
===Il comunismo libertario: dalla FA all'OPB e FCL===
Nel [[1950]], è tra i protagonisti della costituzione di un'organizzazione segreta interna alla [[Fédération Anarchiste]] (FA) denominata ''[[Organisation Pensée Bataille]]'' (OPB). Nella FA, infatti, convivevano diverse anime, sia di tendenza [[anarco-comunismo|comunista]] che [[anarco-individualismo|individualista]], e questo porterà nel biennio [[1951]]-[[1953|53]] alla nascita di un dibattito conflittuale tutto interno all'organizzazione anarchica che porterà all'espulsione degli individualisti (come per esempio [[Maurice Fayolle]] e [[Maurice Joyeux]]), alla fine della [[Fédération Anarchiste]] (sarà ricostituita in seguito proprio da [[Maurice Fayolle|Fayolle]] e [[Maurice Joyeux|Joyeux]]) ed alla sua trasformazione nella ''[[Fédération Communiste Libertaire]]'' (FCL). La FCL adotterà quale manifesto programmatico il ''Manifesto del Comunismo Libertario'' scritto proprio da Fontenis.
Nel [[1950]], è tra i protagonisti della costituzione di un'organizzazione segreta interna alla [[Fédération Anarchiste]] (FA) denominata ''[[Organisation Pensée Bataille]]'' (OPB). Nella FA, infatti, convivevano diverse anime, sia di tendenza [[anarco-comunismo|comunista]] che [[anarco-individualismo|individualista]], e questo porterà nel biennio [[1951]]-[[1953|53]] alla nascita di un dibattito conflittuale tutto interno all'organizzazione anarchica che porterà all'espulsione degli individualisti (come per esempio [[Maurice Fayolle]] e [[Maurice Joyeux]]), alla fine della [[Fédération Anarchiste]] (sarà ricostituita in seguito proprio da [[Maurice Fayolle|Fayolle]] e [[Maurice Joyeux|Joyeux]]) ed alla sua trasformazione nella ''[[Fédération Communiste Libertaire]]'' ([[FCL]]). La [[FCL]] adotterà quale manifesto programmatico il ''Manifesto del Comunismo Libertario'' scritto proprio da Fontenis.


Attivo anche nell'ambito dell'[[azione diretta]], nel [[1951]] è coinvolto, con gli anarchici spagnoli in esilio, nella progettazione di un attentato contro il generale [[Franco]]. Quando poi scoppia l'insurrezione algerina della Toussaint nel [[1954]], la FCL si impegna nel sostegno materiale agli insorti mettendo in piedi una rete clandestina di corrieri. Oltre a questo genere di azioni, Fontenis si impegna anche in attività a viso scoperto in sostegno alle lotte del Fronte di Liberazione Algerina.  
Attivo anche nell'ambito dell'[[azione diretta]], nel [[1951]] è coinvolto, con gli anarchici spagnoli in esilio, nella progettazione di un attentato contro il generale [[Franco]]. Quando poi scoppia l'insurrezione algerina della Toussaint nel [[1954]], la [[FCL]] si impegna nel sostegno materiale agli insorti mettendo in piedi una rete clandestina di corrieri. Oltre a questo genere di azioni, Fontenis si impegna anche in attività a viso scoperto in sostegno alle lotte del Fronte di Liberazione Algerina.  


Caduto nelle mani della [[repressione]], viene duramente interrogato dai servizi segreti (DST) dopo alcuni mesi di latitanza ed è trattenuto in stato d'arresto per circa un anno. A causa delle sue attività, l'anarchico è anche proscritto dalla [[scuola]] statale nella regione parigina.  
Caduto nelle mani della [[repressione]], viene duramente interrogato dai servizi segreti (DST) dopo alcuni mesi di latitanza ed è trattenuto in stato d'arresto per circa un anno. A causa delle sue attività, l'anarchico è anche proscritto dalla [[scuola]] statale nella regione parigina.  


Dopo la sua liberazione nel [[1958]], comportante anche la sua reintegrazione all'insegnamento, Georges Fontenis si ferma nella regione di Tours, proseguendo nelle sue attività di sostegno alle attività degli algerini per l'indipendenza nazionale, anche se ormai la FCL non esisteva più essendo stata smantellata a colpi di arresti e interventi giudiziari, il che limitava non poco la capacità di incidere.
Dopo la sua liberazione nel [[1958]], comportante anche la sua reintegrazione all'insegnamento, Georges Fontenis si ferma nella regione di Tours, proseguendo nelle sue attività di sostegno alle attività degli algerini per l'indipendenza nazionale, anche se ormai la [[FCL]] non esisteva più essendo stata smantellata a colpi di arresti e interventi giudiziari, il che limitava non poco la capacità di incidere.


===Dopo il maggio del 1968===
===Dopo il maggio del 1968===
53 235

contributi

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti il nostro utilizzo dei cookie.

Menu di navigazione