Anselmo L. Figueroa

Da Anarcopedia.
Jump to navigation Jump to search
Anselmo L. Figueroa

Anselmo L. Figueroa (21 aprile 1861 – Los Angeles, 14 giugno 1915) è stato un anarchico messicano, giornalista e membro della Junta Organizadora del Partido Liberal Mexicano.

Biografia

Nel mese di settembre 1910 viene incaricato di gestire il giornale Regeneración, che iniziava la sua quarta stagione con il tema "Semanario Revolucionario"[1] da Los Angeles, California, e in collaborazione con Ricardo Flores Magon, Lázaro Gutiérrez de Lara, Antonio I. Villarreal e Enrique Flores Magón che erano stati liberati dal carcere nel mese di agosto.

Insieme a Enrique e Ricardo Flores Magon firma il Manifesto del 23 settembre 1911 in cui il Partito Liberale Messicano, di cui era uno dei membri più influenti, esplicita la propria posizione apertamente anarco-comunista prima della rivoluzione messicana.

Dal 14 giugno 1911 al gennaio del 1914 è imprigionato nel penitenziario Mc Neil Island (Washington), insieme con Librado Rivera, Enrique e Ricardo Flores Magon, tutti accusati dal tribunale di aver violato le leggi degli Stati Uniti sulla neutralità dopo l'rivolta della Bassa California del 1911.[2]

Dopo il rilascio dal carcere nel 1914, ritornerà a gestire con i suoi compagni il giornale Regeneración. Muore il 14 giugno del 1915 a causa della povertà e del deterioramento della salute dopo tutti gli anni passati in carcere costrinse il suo lavoro in carcere.[3]

Note

  1. Véase Regeneración Época IV, No. 1. Archivo Electrónico Ricardo Flores Magón (AE-RFM)
  2. A liberar a los martires de Mc Neil Island, articolo di Antonio P. Araujo
  3. Carta a Ralph B. García Ricardo Flores Magón, Los Angeles, Ca. 29 giugno 1915, AE-RFM

Voci correlate