Le Père Peinard

Da Anarcopedia.
Jump to navigation Jump to search
Le Père Peinard (1898)

Le Père Peinard è stato un settimanale anarchico fondato nel 1889 da Émile Pouget.

Storia

Le Père Peinard, sottotitolato Réflecs d'un gniaff dal numero 21 e Réflecs hebdomadaires d'un gniaff dal numero 62, distillava, attraverso i suoi articoli in stile popolare, attacchi contro il sistema politico ed economico del tempo. I temi affrontati erano vari: azione diretta, antimilitarismo, anticlericalismo, denuncia della repressione e critiche alla "borghesia" e agli "sfruttatori".

Spesso citato in giudizio a causa dei suoi incitamenti all'azione diretta, Le Père Peinard vedeva cambiare regolarmente i suoi direttori, condannati a pene detentive o multe, che tuttavia non hanno mai impedito la pubblicazione del giornale.

Nel 1893 vennero adottate le lois scélérates («leggi scellerate»), volte a vietare tutte le forme di propaganda anarchica. Le Père Peinard venne particolarmente preso di mira. L'ultimo numero della prima serie apparve il 21 febbraio 1894.

Pouget si rifugiò a Londra, dove intraprese la pubblicazione della "serie londinese", composta di otto numeri, tra il 1894 e il 1895. Tornato in Francia nel 1895, dopo essere stato assolto, Pouget rilanciò il giornale, prima sotto il nome La Sociale, poi, dall'ottobre 1896, con il nome originale. L'ultimo numero di questa seconda serie apparve il 1° maggio 1899. La terza serie apparve dal gennaio all'aprile del 1900. Nel 1902 apparve l'unico numero dalla quarta serie.

Pubblicazioni